Newsletter Settembre 2014


The Conlan School Course Guide

The Conlan School Course Guide mostra l’ampia gamma di programmi di studio che possiamo offrire a Lei e ai suoi studenti. Attraverso la nostra sempre crescente rete di contatti nel mondo degli affari e della comunità educativa, il nostro fine è di fornire esperienze che possano ampliare la conoscenza e migliorare la familiarità con la cultura del Galles e del Regno Unito. Speriamo che durante la vostra permanenza presso di noi, sia Lei e i suoi studenti possiate migliorare personalmente e concretamente in ogni aspetto della vostra vita!

Clicca qui per scaricare gratuitamente The Conlan School Course Guide!


Conlan School Road Trip: Conlan School in Italia a Ottobre!

Conlan School in Italia! Lo staff della Conlan School sara’ in visita ad alcune scuole italiane dal 27 al 30 Ottobre 2014.
Gli incontri si svolgeranno presso alcuni Istituti delle Regioni Lombardia e Piemonte e sono aperti a tutti i docenti interessati.
Qualora fosse interessato a ricevere maggiori informazioni su data, luogo e orario, non esiti a contattarci al seguente indirizzo email: info@conlanschool.com

Intervista ad alcune studentesse in Work Experience

Cosa pensano i nostri studenti della loro esperienza all'estero? Lo abbiamo chiesto a Debora e Giulia, due ragazze italiane che hanno svolto la loro esperienza lavorativa ad Abergele, in Galles. Nell'intervista ci hanno rivelato di amare il Galles! Hanno detto che le famiglie dove hanno alloggiato erano favolose, molto cordiali e gentili, in altre parole, che le hanno fattesentire come a casa. Giulia ha anche detto che la sua mamma ospitante era una cuoca eccellente (quale onore detto da un italiana)! Le due studentesse hanno apprezzato molto il loro tirocinio - hanno detto che i colleghi con cui lavoravano erano gentili e cordiali e che l'intera esperienza le ha fatte maturate molto e che sará loro utile per il futuro.
Un'altra meravigliosa esperienza è stata quella di Romane, una ragazza francese di 18 anni che e’ tornata per la seconda volta a lavorare in Galles. Romane ha spiegato che quando e’ arrivata in Galles per la prima volta voleva migliorare le sue competenze linguistiche e vedere com’era vivere in un paese straniero. Il risultato è stata un'esperienza oltre le sue aspettative. Ha detto: "Mi sono divertita un sacco a febbraio, così ho chiamato il mio tutor per domandarle se potessi tornare in estate come volontaria per un altro mese. Lei ha accettato: ero super felice di potere tornare perché avevo la sensazione di aver lasciato una parte di me in Galles." Yvonne, Direttrice degli Studi del centro di Abergele, ha commentato che non solo Romane aveva migliorato il suo inglese, ma era diventata più sicura di sé e loquace!
Buone notizie per Conlan School e i suoi meravigliosi studenti!

Un gruppo dall’Italia - scuola di Meccanica e IT

La scorsa settimana è arrivato a Abergele un gruppo italiano dal Veneto per un corso di inglese incentrato sulla meccanica ed sull’informatica.
Pertanto il gruppo ha seguito lezioni di inglese incentrate sulla meccanica ed informatica al mattino ed e’ stato guidato in visite pomeridiane ad aziende come il Techniquest Glyndwr, la Electric Mountain o workshop con il Bangor University Technocamps.
Oltre al ricco programma didattico sono state organizzate attività sociali con cui i nostri studenti possono cimentarsi nel pomeriggio. Una di queste attività è la caccia al tesoro, che aiuta i nostri studenti a familiarizzare con la città. Altre attività educative che proponiamo ai nostri studenti consistono in sfide dove i ragazzi devono usare sia il cervello, ma non solo!
In una delle attività dovevano usare il cervello: quiz e puzzle da risolvere in un determinato lasso di tempo per ottenere punti. Un’altra attività è stata orienteering. Entrambi i tipi di attività incoraggiato l'uso della lingua inglese nel risolvere dei problemi. Gli studenti si sono divertiti molto a svolgere queste attività. Il programma era vario, intenso ed ha prodotto dei progetti straordinari sotto forma di poster e presentazioni.

Maratona di Chester – 5 Ottobre 2014

Dopo la prima corsa nel 2010, la Chester Marathon è cresciuta rapidamente dal punto di vista della popolarità. E' stata votata come “Maratona n.1 del Regno Unito” nel 2012 da parte dei lettori di “Runners World”. A parte l’antica architettura della città, la maratona è popolare a causa del suo percorso molto semplice e quindi veloce. La corsa inizia all’ippodromo di Chester: dalla linea di partenza, la maratona si svolge attraverso il centro della città, passando per il Municipio, la Cattedrale di Chester, le "Rows" medievali, l’Eastgate Clock e l’Anfiteatro. I partecipanti correranno sulle antiche mura romane quattro volte prima di lasciare la città e di attraversare il Old Dee Bridge.
I corridori poi usciranno da Chester per andare verso Pulford. Attraversando il confine con i villaggi gallesi di Lavis e Rossett, il percorso proseguirá poi fino il vecchio villaggio di Holt prima di attraversare l'antico ponte romano a Farndon che porterá i corridori nuovamente in Inghilterra. Una volta passati per Churton, Aldford ed Huntington, la corsa terminerá di nuovo presso l'ippodromo.

www.activeleisureevents.co.uk

Frase del mese - "Doesn't Cut the Mustard"

Significato: non essere in grado di gestire problem in maniera soddisfacente

Questa frase ha origine dall’antico mestiere inglese del produttore di senape. Il produttore di senape o “Mustardeer” (come veniva chiamato in passato) faceva la senape in grandi botti di rovere, lasciando poi ogni barile a maturare per un certo numero di mesi. Questo processo di maturazione della senape produceva una spessa crosta coriacea nella parte superiore del barile che andava rimossa prima di testare il prodotto al suo interno. La consistenza della crosta diventava tale che, per rimuoverla, era necessario un attrezzo specifico. Inizialmente veniva utilizzata una falce, ma questa spesso causava la caduta di alcuni pezzi nel resto della senape facendole perdere un po' del suo sapore caratteristico. Per molti anni è stata utilizzata una lama speciale con il bordo estremamente sottile: questo permetteva alla lama di scremare la maggior parte della crosta superiore, lasciando una fetta molto sottile che era lasciata per proteggere la senape. Quando era il momento di togliere la crosta il “Mustardeer” incaricava il suo apprendista di passargli la lama con cui doveva tagliare via lo strato superiore. Il Mustardeer sapeva immediatamente se la lama non fosse sufficientemente affilata per completare l'operazione, quindi la passava indietro all’apprendista dicendogli "Mi dispiace, ma questa non taglia la senape". La frase da allora è passata nell’uso comune e descrive tutto ciò che non soddisfa o raggiunge un certo standard.

Frase del mese