Newsletter Novembre 2016

The Conlan School Course Guide

The Conlan School Course Guide mostra l’ampia gamma di programmi di studio che possiamo offrire a Lei e ai suoi studenti. Attraverso la nostra sempre crescente rete di contatti nel mondo degli affari e della comunità educativa, il nostro fine è di fornire esperienze che possano ampliare la conoscenza e migliorare la familiarità con la cultura del Galles e del Regno Unito. Speriamo che durante la vostra permanenza presso di noi, sia Lei e i suoi studenti possiate migliorare personalmente e concretamente in ogni aspetto della vostra vita!



Clicca qui per scaricare gratuitamente The Conlan School Course Guide!

Chester Rally Week
Il Rally di Gran Bretagna torna a Chester per la prima volta dopo 20 anni!
Vieni a incontrare le stelle del Campionato mondiale di rally nel cuore della città.
L'evento culmina con la tappa britannica del Campionato mondiale di rally che si svolgerà nelle strade di Chester.
Il podio ufficiale del Wales Rally GB sarà installato nei pressi dell'Eastgate Clock. A fianco ci sarà uno schermo gigante per seguire la diretta commentata.
Dalle ore 14.00, un ricco programma di attività animerà Upper Bridge Street e l'Eastgate perché tutti siano pronti ad accogliere il team britannico.
Il clou dell'evento sarà l'arrivo dei campioni mondiali di rally dopo una giornata di azione nel Galles centrale. Sono previste sessioni di autografi e speciali stazioni selfie perché tutti possano catturare il momento memorabile.
Chester Rally Week è un evento imperdibile! Il rombo dei motori nelle strade della città sarà spettacolare!

www.walesrallygb.com/

Gruppo della Guadalupa
Durante una mite settimana di ottobre, Abergele ha ospitato un gruppo di 30 studenti di un liceo della Guadalupa, isola francofona nelle Indie occidentali dei Caraibi. Ho parlato con Elisabeth Gustav, group leader, per sapere qualcosa di più su questi studenti, perché hanno scelto il Galles del Nord e le loro impressioni sull'esperienza.
Gli studenti sono all'ultimo anno del liceo e si stanno preparando alla maturità. Sono una "classe europea speciale", perché studiano più ore di inglese rispetto agli altri e saranno esaminati per il QCER livello C1 (Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue). Per tradizione, il liceo della Guadalupa invia i propri studenti in un paese anglofono per un periodo di 3 anni. Il gruppo avrebbe potuto scegliere gli Stati Uniti, invece ha preferito la Conlan School di Abergele. Cercavano un luogo con un ambiente unico, lontano dalle grandi città e con uno stile di vita completamente nuovo. "[Gli studenti] hanno apprezzato molto l'immersione linguistica presso le famiglie di accoglienza", racconta Elizabeth Gustav, che ricorda anche le loro preoccupazioni prima della partenza. Il caloroso benvenuto con cui sono stati accolti dopo il lungo viaggio (e ben due ritardi aerei!) ha dissipato qualsiasi ansia. Gli studenti hanno trovato le lezioni molto valide, in particolare per l'attenzione dedicata alla grammatica, "che non hanno molto tempo di studiare a casa". Le visite e le escursioni sono state "divertenti", "il paesaggio bellissimo" e "l'unico problema è stato il tempo", riferisce. Diversi studenti si sono presi un raffreddore, Elizabeth prima fra tutti. Nonostante questo inconveniente, aggiunge: "non c'è mai stato un momento di noia". Sappiamo che gli adolescenti possono essere difficili a volte... "È stato fantastico e pensiamo di tornare... siamo molto felici... e poi il costo è stato ragionevole [e] sicuramente è valsa la pena affrontare un volo di oltre 12 ore".
Siamo lieti che il gruppo abbia trascorso un'esperienza piacevole e anche conveniente. Anche noi siamo stati felici di accoglierli e le famiglie hanno apprezzato l'opportunità di conoscere una cultura diversa.

Group Leaders da sinistra a destra: Betty Belrain, Elisabeth Gustav, Catherine Nasso.

Il TESOL ospita il Vertice sul futuro della professione ELT 2017
Alexandria, Virginia (17 ottobre 2016) - Con una domanda di insegnamento e apprendimento della lingua inglese in piena espansione in tutto il mondo, ci sono alcune domande aperte cui è importante rispondere: Che qualità contraddistinguono un docente di lingua inglese competente? Che ruolo dovrebbe svolgere la lingua inglese in una società globale multilingue? Quali politiche dovrebbero essere adottate per preparare la futura generazione di parlanti non nativi? Quali luoghi comuni guidano queste politiche? Quale ruolo dovrebbe svolgere la ricerca in questo nuovo contesto? Queste sono solo alcune problematiche che verranno affrontate nel Vertice sul futuro della professione di docente TESOL.
L'evento inedito, ospitato dalla TESOL International Association, si svolgerà il 9 e 10 febbraio 2017 ad Atene (Grecia). Al Vertice parteciperanno 12 autorevoli leader di pensiero dei 6 continenti che condivideranno le loro idee innovative sfidando i luoghi comuni, con l'obiettivo di gettare le basi di un futuro che valorizza uguaglianza, indagine e professionalità. Il Vertice vuole generare un dibattito strategico su 4 tematiche principali: scenari futuri, la lingua inglese nel contesto del multilinguismo, revisione delle competenze di insegnamento della lingua inglese, la professione come agente di cambiamento.
A presiedere il Vertice TESOL sarà la Professoressa emerita Denise Murray della Macquarie University. "L'uso della lingua inglese in tutto il mondo si è diffuso enormemente, creando sfide e opportunità per gli individui, i governi e i docenti di lingua inglese", spiega Denise Murray. "Per superare le sfide e moltiplicare le opportunità, è importante che la professione TESOL riesamini la propria base di conoscenze, i propri valori e i diversi contesti di insegnamento della lingua inglese. Con un'analisi di questo tipo, la professione potrà orientarsi a un approccio più inclusivo e collaborativo nella didattica della lingua inglese nel XXI secolo".
Il Vertice riunirà un pubblico di 200 massimi esponenti mondiali del settore che influenzano l'insegnamento della lingua inglese a livello di politiche e pratiche. I Delegati del Vertice parteciperanno a dibattiti strategici di alto livello sul ruolo dei professionisti di lingua inglese, guidati da moderatori. Svilupperanno anche una roadmap per i paesi e le istituzioni che intendono aggiornare o riformare le proprie politiche di educazione linguistica.
Per rendere questo evento storico realmente globale, i professionisti TESOL e tutte le parti interessate in ogni angolo del mondo potranno seguire e partecipare all'evento online e in live-streaming. Le discussioni online saranno aperte il 1° dicembre 2016 e continueranno fino al maggio del 2017.

www.tesol.org

To sit on the fence (letteralmente "Sedersi sul recinto")
Chi si siede sul recinto, non vuole scegliere da che parte stare o prendere una decisione.
Ad esempio: "When we discussed the recent news story, Nathalie thought the man was guilty of murder, Tom thought he might be innocent but James wasn’t sure and sat on the fence". (Quando abbiamo commentato le ultime notizie, Nathalie riteneva che l'uomo fosse colpevole del delitto, mentre Tom diceva che era innocente. James non era sicuro ed è rimasto a guardare"). James non ha voluto esprimere la sua opinione.
La frase implica che "chi sta a guardare" lo fa per una ragione. James potrebbe essere indeciso o teme di contraddire i suoi amici. I politici spesso "rimangono a guardare" per mantenere tutte le porte aperte, perché certamente non vogliono schierarsi dalla parte sbagliata!
È stato proprio un uomo politico, Carl Schurz, a usare questa frase per la prima volta nel 1828, per spiegare la sua indipendenza politica. Descrisse la sua posizione "come quella di un uomo seduto su un recinto, con indosso un paio di stivali puliti, che pondera attentamente da che lato scendere perché non vuole sporcarsi di fango". Questo è stato il primo uso registrato della frase.
E tu sei una persona che dice quello che pensa senza problemi o preferisci stare a guardare?