Newsletter Marzo 2011

Anno della Cultura a Wrexham

Il 2011 sara’ un anno memorabile per la citta’ di Wrexham che celebra la Cultura con piu’ di 300 eventi previsti fra Gennaio e gli inizi di Agosto. Per lanciare l’iniziativa, il Comune, al passo con le piu’ moderne tecniche di promozione, ha organizzato un evento di flash mob nel centro della citta’ ed una sfilata di lanterne di ogni forma e colore ai quali hanno partecipato centinaia di persone di tutte le eta’.


Da esibizioni d’arte a spettacoli d’opera, da sfilate di moda a spettacoli messi in scena da studenti dei College ed Universita’ locali: il tutto accadra’ nei prossimi mesi e culminera’ con il pezzo centrale del programma, ovvero lo spettacolo Welsh National Eisteddfod, conosciuto a livello internazionale e che iniziera’ il 30 Luglio.
La cultura, arte ed eredita’ archeologica che rendono quest’area cosi’ speciale garantiranno la presenza di eventi per tutte le eta’ e gusti.

http://www.wrexham.gov.uk/english/leisure_tourism/year_of_culture/about_wyoc.htm
www.wrexham.gov.uk/assets/pdfs/year_of_culture/programme1_jan-mar.pdf


“Working in English” – il nostro secondo progetto educativo Learning Week

A seguito del successo del primo progetto di Learning Week incentrato sulla Democrazia e Liberta’ di Stampa (vedi Newsletter Febbraio), il mese di Febbraio ha visto Conlan School impegnata nell’organizzazione del secondo progetto educativo di Learning Week intitolato “Working in English”.
Grazie ad un insieme di lezioni di Business English, workshops e visite ad aziende locali, un gruppo di 30 studenti italiani dall’Istituto ITC Beltrami di Cremona hanno potuto mettere a confronto le realta’ visitate e hanno creato un manuale di “buona prassi” aziendale.
Durante la settimana, il programma, finalizzato allo sviluppo della conoscenza e comprensione di come diverse aziende vengono gestite, ha consentito agli studenti di visitare aziende appartenenti a diversi settori commerciali: in ambito agrituristico il gruppo ha visitato la Foel Farm, azienda agricola che si specializza nella produzione di cioccolata; in ambito turistico abbiamo avuto la possibilita’ di portare gli studenti a visitare il Grand Hotel di Llandudno ed infine in ambito pubblico il gruppo ha potuto conoscere meglio Abergele Youth Action (AYA), progetto no profit sostenuto da fondi pubblici. Una volta visitate queste realta’, gli studenti hanno potuto metterle a confronto con analoghe realta’ italiane.
Il gruppo ha inoltre partecipato a workshops molto interessanti tenuti da AYA e dal business coach Mr. Rob Popsys dell’azienda Willcando.
Con AYA i ragazzi hanno avuto l’opportunita’ di lavorare al fianco di giovani locali che frequentano AYA e, divisi in gruppi, hanno avuto il compito di creare un’ipotesi di modello di azienda sociale simile a AYA da applicare alla realta’ cremonese.
A seguito del workshop con AYA, il gruppo ha partecipato ad una sessione molto interessante tenuta da Mr. Rob Popsys, proprietario della societa’ di consulenza “Willcando”.

Rob e’ un business coach dal 2007. Grazie ai suoi studi in Business e Personal Coaching e al Master in “Coaching Transitional and Generative Curiosity”, Rob ha dato ai ragazzi la possibilita’ di lavorare insieme per comprendere al meglio quali sono gli elementi che consentono alle aziende di essere di successo.
Il programma si e’ concluso con la creazione da parte degli studenti di un’interessante presentazione dei risultati della settimana e dei manuali di buona prassi aziendale creati in Inglese.
Siamo lieti di riportare un commento che i ragazzi hanno pubblicato sul sito della loro scuola:
“Questa esperienza ha realmente cambiato le nostre opinioni. Le persone che abbiamo incontrato, le host families e gli insegnanti che ci hanno seguito hanno reso l’esperienza comprensibile ed amichevole ed hanno rispettato i nostri bisogni! Abbiamo trascorso tanto tempo insieme e questo ha rafforzato i nostri rapporti di amicizia e un’altra cosa importante e’ che abbiamo compreso che se lavoriamo insieme possiamo sviluppare grandi idee e questa esperienza ci ha aiutato a migliorare le nostre qualita’! Abbiamo lavorato molto intensamente ma siamo felici perche’ ci siamo anche divertiti molto a lavorare a questo progetto. Esperienza da rifare!”

Conlan School vorrebbe ringraziare tutti coloro che sono stati coinvolti nel progetto e che ne hanno determinato il grande successo e speriamo di poter collaborare nuovamente in futuro.

http://www.itcbeltrami.it/blog/?p=1481

Scuola secondaria Ysgol John Bright e la loro produzione di “High School Musical On-stage” Llandudno

Una delle scuole con cui siamo orgogliosi di collaborare e’ la scuola secondaria Ysgol John Bright situata nella cittadina di mare di Llandudno, a 20 minuti da Abergele.

Ysgol John Bright fa parte della nostra iniziativa "English in North Wales".
E’ l’unica scuola pubblica secondaria di alto livello che serve la contea di Llandudno.
La scuola prende il nome dal politico radicale di era vittoriana John Bright, che si trasferi’ a Llandudno in eta’ avanzata.
Dopo quasi 100 anni di presenza, la scuola e’ cresciuta a dismisura, tanto che nel 2004 e’ stata trasferita in un’area di 25 acri appositamente creata con nuove attrezzature d’eccellenza e puo’ ora gestire fino a 1450 studenti.
Ysgol John Bright pone l’accento sulla valorizzazione degli studenti, insegnani e staff in genere come individui parte della comunita’. Lo scopo e’ di fornire un ambiente educativo stimolante e ben gestito per massimizzare il potenziale individuale ed equipaggiare gli studenti con gli strumenti necessari per affrontare le sfide che la vita educativa e lavorativa presenta loro.


Seguendo questi valori, a fine Marzo la scuola mette in scena al Teatro Cymru di Llandudno, il piu’ rinomato nel Nord del Galles, la produzione del musical di Disney “High School Musical On-Stage” che vedra’ la partecipazione di un cast di ben 100 studenti della scuola fra attori e tecnici e di un’orchestra che suonera’ dal vivo la colonna sonora.

Il detto del mese

Questo mese scopriamo da dove proviene la frase “to be fed up” che spesso viene pronunciata nel linguaggio comune inglese.
Letteralmente significa averne abbastanza o essere stufo di qualcosa o di qualcuno.
Tale espressione risale agli inizi del XIX secolo quando la pigra e languida aristocrazia britannica era paragonata ad animali da fattoria forzati a mangiare oltre i loro limiti per essere sufficientemente in carne per la vendita al mercato.
All’epoca la frase era anche enfatizzata dall’aggiunta di termini alquanto originali come “fed up to the eyeballs” che significa “averne fin sopra le palle degli occhi” etc. Un po’ come in italiano “averne fin sopra i capelli”.
Ai giorni nostri, l’esempio migliore che si trova di tale frase e’ nella famosa commedia “Monty Python’s The Meaning of Life” del 1983, nella quale il sazio e maleducato Monsieur Creosote, impersonato dall’attore Terry Jones, viene forzato a mangiare solo “un sottile wafer in piu’” prima di esplodere.

http://www.phrases.org.uk/meanings/fed-up.html