Newsletter Dicembre 2012

Programmi Residenziali presso Università di Chester - Gruppi Scolastici - Estate 2013

Conlan organizza soggiorni linguistici di qualità presso le strutture del campus dell'Università di Chester.

Le sale dispongono delle migliori facilities adatte per accogliere studenti di tutte le età.
Conlan garantisce quindi l’affidabilità didattica, ponendo particolare attenzione al fattore residenziale e logistico.

La soluzione residenziale è consigliata per gruppi scolastici, ai quali ci rivolgiamo proponendo attività didattiche all’interno della struttura dell'Univesità di Chester e un’amplia scelta di visite con nostro staff e accompagnatori!
Clicca qui per maggiori informazioni sui programmi e prezzi per i soggiorni residenziali - Estate 2013

North Wales Schools' Games 2013

Dopo il grande successo dell'edizione 2012, i North Wales Schools' Games ritornano nel 2013: avranno luogo nella settimana 7-14 Luglio 2013.

Ispirata dalle Olimpiadi di Londra 2012, Conlan School, in partnership con la scuola locale Ysgol Emrys Ap Iwan, promuove North Wales Schools' Games, un progetto originale che unisce formazione linguistica e attività sportiva. Gli studenti saranno coinvolti, insieme a studenti locali e internazionali, in un intenso programma settimanale: verranno inclusi gli sport di rounders (tipico gioco britannico), basketball/dodgeball, football, tag rugby e mini maratona oltre ad un vasta serie di attività di integrazione progettata in partnership con le scuole locali.

Visitate il sito www.schoolsgames.com per informarvi su tutti i dettagli organizzativi ... e fatevi coinvolgere!

www.schoolsgames.com

The Conlan School Course Guide

The Conlan School Course Guide mostra l’ampia gamma di programmi di studio che possiamo offrire a Lei e ai suoi studenti. Attraverso la nostra sempre crescente rete di contatti nel mondo degli affari e della comunità educativa, il nostro fine è di fornire esperienze che possano ampliare la conoscenza e migliorare la familiarità con la cultura del Galles e del Regno Unito. Speriamo che durante la vostra permanenza presso di noi, sia Lei e i suoi studenti possiate migliorare personalmente e concretamente in ogni aspetto della vostra vita!

Clicca qui per scaricare gratuitamente The Conlan School Course Guide!

La Chester Music Society
Gennaio 2013

La Chester Music Society è stata fondata oltre sessant'anni fa. L'associazione ha lo scopo di offrire un coinvolgimento diretto con la musica a moltissime persone, soprattutto promuovendo la cultura e l'esperienza musicale nelle giovani generazioni. Gli obiettivi di questa associazione di beneficenza sono: fornire, mantenere, migliorare e promuovere l'istruzione promuovendo l'apprezzamento della musica presso il pubblico.
L'Associazione organizza e promuove circa venti concerti l'anno a Chester e nei dintorni. Inoltre, organizza un Workshop di Musica da Camera ogni anno per aspiranti musicisti locali. I concerti si dividono in 4 categorie: Celebrity, Club, Coro e Coro Giovanile. I concerti Celebrity sono tenuti da musicisti e gruppi professionisti invitati qui e provenienti da tutto il paese. I concerti Club sono tenuti da gruppi e solisti amatoriali della zona, e anche da scuole specialistiche e college musicali regionali. In molti casi si tratta della prima opportunità che molti hanno di esibirsi in pubblico. I concerti del Coro sono tenuti da membri dell'Associazione che fanno parte della sezione Coro, assieme a solisti e strumentisti professionisti. Infine, i concerti del Coro Giovanile sono tenuti da membri dell'Associazione che fanno parte della sezione Coro Giovanile, con un accompagnatore. Il Coro e il Coro Giovanile si esibiscono inoltre in concerti all'estero, nel corso delle tournee semestrali.
Per tutto gennaio l'Associazione ha organizzato diversi spettacoli di artisti quali Victoria Sayles (violino) - 9 gennaio, Joaquin Trio (vincitori della St. Martin’s- in- the- Fields Chamber Music Competition 2012 e finalisti della Royal Overseas League Competition) - 23 gennaio, e il Recital annuale dei Chester Young Musicians - 30 gennaio.

www.chestermusicsociety.org.uk

Work experience!

Office Angels

La Conlan School è orgogliosa dei suoi stretti legami con la comunità business locale, che si riflettono nel programma di apprendistato professionale. Il programma di apprendistato professionale sta diventando sempre più popolare e, di conseguenza, abbiamo deciso di pubblicare il profilo di una delle possibilità di acquisire esperienza lavorativa che offriamo, con i dettagli che spingono una società a decidere di accettare uno studente come apprendista.

Società: Office Angels
Nome/Posizione: Eve Roberts/Direttore di Filiale
Cosa fa la Società?
Siamo disponibili a sollevarvi dalla responsabilità di collocamento professionale, sia che offriate o cerchiate lavoro. La nostra società ha oltre 25 anni di esperienza nel settore, e opera in diversi campi. Offriamo inoltre consulenze e guida relativamente all'occupazione e alle tendenze in questo settore. Lavoriamo a stretto contatto con i datori di lavoro e i potenziali dipendenti, per ottenere i risultati migliori.
Perché accettate collocamenti internazionali?
Abbiamo sempre accolto studenti delle scuole locali e dell'Università di Chester. Al momento esistono anche diversi programmi statali, quindi ci sono molte persone che cercano lavoro o un'esperienza lavorativa. È piacevole accogliere anche gli studenti stranieri, perché spesso sono di stimolo al personale.
Quali sono le caratteristiche più importanti che uno studente internazionale deve possedere per aver successo in un programma di esperienza lavorativa?
Penso che tutti gli studenti debbano mostrare spirito di iniziativa, presentarsi in modo professionale e svolgere i compiti loro affidati al meglio delle proprie capacità, indipendentemente da dove provengono. Penso che la differenza principale, per gli studenti internazionali, sia la lingua: devono essere in grado di parlare inglese abbastanza bene, poiché si tratta di un ambiente di lavoro impegnativo, e dovranno parlare con le persone del posto, lavorare su documenti scritti in inglese ed essere in grado di lavorare in modo indipendente.
Quali sono le 3 cose che suggerirebbe ad uno studente internazionale prima di iniziare un programma di esperienza lavorativa nella sua azienda?
Hmmm ... Penso che dovrebbero fare qualche ricerca sull'azienda, oggigiorno è possibile trovare praticamente tutto su internet. Qualsiasi informazione preliminare aiuta.
Dovranno assicurarsi che il tipo di lavoro faccia per loro - qui si tratta più che altro di attività amministrative, quindi noi controlliamo sempre che gli studenti e i volontari sappiano cosa dovranno fare.
La terza cosa importante, a mio parere, è cercare di imparare quelle lingue che potrebbero essere utili. Si può iniziare imparando un po' della terminologia che si potrebbe dover usare.

www.office-angels.com/

Tradizioni Natalizie

La Conlan School augura a tutti un felice Natale e buone vacanze; tuttavia, cosa sapete delle tradizioni del Natale in Gran Bretagna? Ad esempio, perché facciamo l'albero di Natale? Il calendario dell'avvento? Qual è il tipico cenone di Natale? E perché questa è la stagione delle rappresentazioni teatrali per bambini? Ecco una breve spiegazione di tutte queste tradizioni natalizie:

Calendario dell'avvento: Il primo segnale del Natale in una casa britannica è il calendario dell'avvento per i bambini; è l'inizio della stagione natalizia. A partire dal primo giorno di dicembre, i bambini iniziano il conto alla rovescia fino al Natale. Ogni mattino a partire dal 1 dicembre si apre una casella del calendario dell'avvento, fino alla Vigilia di Natale. La tradizione popolare dei calendari dell'avvento è sorta in Germania nel 1800, e si è poi diffusa in tutta Europa e nel mondo.
Biglietti Natalizi: Il primo biglietto di auguri natalizi è stato creato ed inviato nel 1843. John Calcott Horsley stampò il primo biglietto d'auguri per l'amico Sir Henry Cole, che gli diede l'idea. Sir Henry Cole, un ricco uomo d'affari, voleva un biglietto da inviare agli amici e ai conoscenti professionali, per augurare loro "Buon Natale". Il biglietto mostrava una tipica famiglia inglese che si godeva la festa e persone impegnate in attività caritatevoli.
Albero di Natale: L'albero di Natale si è diffuso in Inghilterra nel 1841, quando il marito della Regina Vittoria, il Principe Alberto, portò dalla Germania un albero di Natale per il Castello di Windsor. Un giornale pubblicò un ritratto della coppia reale riunita attorno all'albero con i figli, lanciando così la moda della decorazione dell'albero di Natale. Oggi, l'albero di Natale più famoso della Gran Bretagna è quello di Trafalgar Square, dove ogni anno viene installato un enorme albero, che viene poi decorato con grande solennità. L'albero è un regalo di ringraziamento della Norvegia, una tradizione iniziate nel 1947, quando il Re Haakon di Norvegia fu costretto ad andare in esilio in Inghilterra a causa dell'occupazione tedesca del suo paese.
Cenone di Natale: Il tradizionale cenone di Natale in realtà si svolge tradizionalmente a mezzogiorno o nel primo pomeriggio del giorno di Natale. Un pranzo tradizionale comprende tacchino o oca arrosto, cavolini di Bruxelles, verdure al forno (patate, pastinache, ecc.), salsa di mirtilli rossi, ripieno con noci, salsiccette avvolte nel bacon e moltissima salsa gravy! Come dolce, si prepara un sontuoso pudding di frutta natalizio, ricoperto di brandy cui poi si dà fuoco - secondo la tradizione, per allontanare gli spiriti maligni. Si dice che Enrico VIII sia stato il primo re inglese a gustare il tacchino. Tuttavia, è stato solo all'inizio del 20° secolo che il tacchino a Natale è diventato una tradizione.
Rappresentazione di Natale: Si tratta di rappresentazioni tradizionali britanniche, che si svolgono nei teatri, nelle sale riunioni dei villaggi e nei centri comunitari di tutto il paese. Sono un misto di favole, folklore e fumetti popolari. Ci sono sempre dei particolari chiave in queste rappresentazioni: travestimenti - in genere, gli uomini recitano le parti femminili e viceversa - e partecipazione attiva del pubblico: quest'ultima è molto importante, durante una rappresentazione dal pubblico si udiranno spesso battute come "È dietro di te!" e "Oh no, non lo è - Oh sì, lo è". Le origini di queste rappresentazioni risalgono ai Mummers Plays, che risalgono a migliaia di anni fa, e che hanno sempre una morale e in cui il bene vince sempre sul male. La partecipazione di celebrità e pop star a queste manifestazioni è oggi di moda.

Detto del Mese
“To start from scratch” - "Partire da zero"

Il significato di questo detto è quello di (ri)cominciare dall'inizio, di intraprendere qualcosa senza alcuna preparazione o vantaggio.
Il concetto di "zero", inteso come inizio - indica un punto in cui non ci sono vantaggi o svantaggi. Il significato deriva dal mondo dello sport, in cui dal 18° secolo "zero", o "avvio" so usa per indicare la linea di partenza che veniva tracciata (scratched, in inglese) sul terreno.
La boxe, il golf, il cricket e anche ogni sport che richiede qualche tipo di gara utilizza linee sul terreno nei propri regolamenti, e gli storici dei vari sport incoraggiano a credere che il detto abbia avuto origine la prima volta nella loro disciplina. L'origine più probabile è nel cricket. Chiunque abbia giocato a cricket da bambino conosce le linee di demarcazione di battuta e lancio ("creases"), e sicuramente le ha tracciate sul terreno per delimitare il campo di gioco. La prima volta che si parla di una di queste "linee" in un documento scritto è in un manuale di cricket - il Young Cricketer's Tutor scritto da John Nyren nel 1833.
L'espressione "partire da zero" deriva dalle corse a handicap, in cui i partecipanti più deboli ricevevano un vantaggio. Altri sport, tra cui il golf, hanno adottato l'uso figurativo di "zero" per indicare "nessun vantaggio - partire da niente". La prima persona documentata ad essere "partita da zero" faceva del "podismo" - oggi noi lo definiremmo una corsa. Il giornale sportivo britannico The Era segnalò una gara di corsa a handicap a Sheffield nel dicembre 1853.